CHI SONO?

VERSIONE CORTA:

Laureato in chimica, europeista e comunicatore della scienza.


VERSIONE DI MODERATA LUNGHEZZA:

Mi chiamo Ruggero, ho 23 anni, ho una laurea in chimica e sono un comunicatore della scienza. 
Ho un canale YouTube in cui mi occupo di chimica dell’ambiente e sostenibilità: temi molto attuali di cui, purtroppo, si parla spesso molto male. Da un anno, con il format “La Scienza Sul Divano“, intervisto scienziati e divulgatori in maniera schifosamente informale. Tengo conferenze e incontri nella scuole (poveri studenti!) sui temi dell’inquinamento e della comunicazione della scienza online. 


VERSIONE TROPPO LUNGA:

Classe 1996. Sono cresciuto ad Invorio, un ridente paesino piemontese circondato dai boschi a cavallo tra il lago Maggiore ed il lago d’Orta.
Ho frequentato il liceo scientifico – scienze applicate all’Enrico Fermi di Arona e attualmente studio chimica all’Università degli Studi di Milano.

Nel 2015 ho iniziato la mia attività di divulgazione scientifica su YouTube e da allora mi sono sempre più appassionato alla comunicazione della scienza. NON andate a recuperare i miei primi video: sono un qualcosa di imbarazzante. 

Dal 2017 ho iniziato a tenere incontri nelle scuole a tema “i social network e la divulgazione” e nel 2018 ho avuto il piacere di essere formatore del MIUR per quanto riguarda la comunicazione della scienza online.

Nel frattempo ho continuato con l’attività sul mio canale YouTube che, grazie ad un video sulla termodinamica della moka, mi ha portato a vincere il 2° posto al Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica del 2018.

Ultimamente sono anche su Instagram. Il dialogo che si intstaura nelle storie è affascinate ed è quasi come se con i follower fossimo al bar a chiacchierare di scienza, piuttosto che ad una conferenza in cui tengo un monologo. Proprio per questo ho anche aperto un gruppo Telegram  (con i mitici Sorseggiatori d’Ambiente) in cui chiacchieriamo di inquinamento e sostenibilità. Ho anche Facebook, ma è da vecchi. 

Nell’ultimo periodo, vista l’emergenza climatica in atto, ho iniziato ad occuparmi di chimica dell’ambiente e di sostenibilità, che sono argomenti troppo spesso trattati male, ideologicamente e superficialmente.
In questi anni sto cercando di rendere la divulgazione scientifica il mio lavoro. Purtroppo non è un cosa molto facile qui in Italia, ma incrociamo le dita!